Passaparola o Referral Marketing?

Passaparola o Referral Marketing?

Passaparola o Referral Marketing?

“Passaparola” in italiano, tradotto in inglese “Referral Marketing”: due termini per indicare una stessa cosa.

Siamo di fronte a uno strumento di marketing d’eccellenza, parliamo della strategia pubblicitaria più antica del mondo, nonché una delle più potenti (se non la più potente).
In questi ultimi anni viene utilizzato anche dalle multinazionali; là dove ci sono crisi di idee o peggio ancora d’identità, sono i clienti soddisfatti a parlare della loro buonissima esperienza ad amici e parenti, i quali a loro volta proveranno il prodotto/servizio, così da contribuire all’allargamento della cerchia dei potenziali clienti.

E’ una garanzia, andiamo sul sicuro….se tutti ne parlano bene i motivi ci saranno e quindi… proviamo!

Mi ricordo di mio padre, una delle persone più dotate che io abbia mai conosciuto nell’arte del passaparola. Per lui era spontaneo, voleva fare del bene a tutti: “Hai bisogno di qualcosa? Io conosco chi ti può aiutare.” Così facendo era solito indicare i migliori ristoranti della zona, i migliori rivenditori di auto e moto (la sua passione), particolari posti dove fare dei gustosi aperitivi in compagnia di amici ma soprattutto era capace di trovare lavoro a chiunque, bastava chiederglielo..…chi pensate che mi abbia trovato il primo posto di lavoro? Papà Alberto, il mio Numero 1.
E’ sempre stato bello averlo come “consigliere personale”, lo faceva col cuore e mai con un secondo fine, non aveva imparato da nessuno a farlo, era il suo talento.

Ho preso ad esempio mio padre per evidenziare un’assoluta spontaneità nell’agire, priva di alcuna strategia, un esempio valido per evidenziare una comune caratteristica di tutti i classici passaparola…..l’occasionalitá. Per un po’ mi è piaciuto imitarlo, ma più crescevo e più sentivo la necessità di farne un vero e proprio strumento di lavoro, soprattutto quando a un certo punto della mia carriera lavorativa sono passato dall’essere manager a fare l’imprenditore. I clienti non mi arrivavano più dall’attività quotidiana dello staff commerciale; il mio nuovo ruolo mi chiedeva di esserne io il primo procacciatore.

Ho capito da subito che non sarebbe stato il numero dei miei contatti a fare la differenza per le opportunità di crescita mie e delle mie aziende ma la qualità delle relazioni che sarei andato a sviluppare con questi contatti, così da creare con essi un network di assoluta qualità e soprattutto focalizzato a dei chiari obiettivi, perseguibili e il più delle volte condivisibili.

La storia ci ha portato alla luce diversi strumenti di networking adottati da professionisti e aziende, tra i più disparati, alcuni di questi di assoluta raffinatezza. Via via il mondo economico ne ha preso possesso e la classica questione “come ti posso aiutare?” rappresenta oggi il trait d’union che unisce la domanda all’offerta.
Creare una strategia del passaparola è il motto dei professionisti che si staccano dai dilettanti e danno forma a strutture capaci di generare grandi affari.

Il ruolo di Executive Director BNI mi offre la possibilità di lavorare con l’organizzazione più grande e di maggiore successo al mondo nel Referral Marketing (non ne esiste una seconda paragonabile). In modo complementare l’aver deciso di collaborare con Asentiv in qualità di Trainer e Coach mi permette di mettere a disposizione di professionisti e imprenditori un sistema collaudato per il Referral Marketing, così da renderlo a tutti gli effetti strategico e strutturato.

ANdrea

VUOI AVERE PIÙ INFORMAZIONI RIGUARDO AL REFERRAL MARKETING?