DORMI BENE, VIVI MEGLIO

DORMI BENE, VIVI MEGLIO

DORMI BENE, VIVI MEGLIO

È vero che dormire bene ci aiuta a vivere meglio? Ebbene sì. Negli ultimi due decenni si sono moltiplicati in maniera esponenziale le ricerche e gli studi sulla qualità del sonno e sugli effetti benefici del riposo.

Molti di questi studi hanno addirittura dimostrato l’implicazione del sonno nella prevenzione di molte malattie degenerative del cervello come il Parkinson e l’Alzheimer.

Il sonno aumenta la concentrazione e la capacità di memorizzare nuove informazioni stimola l’intuizione la creatività e il problem solving, aiuta a rendere meglio nello studio dello sport, agevola la perdita di peso in eccesso, previene stress e depressione, accelera i processi di riparazione e rigenerazione, sostiene il sistema immunitario, velocizzare riflessi e agevola i i processi di depurazione e di eliminazione delle scorie.

Un ciclo completo di sonno dura circa 90 minuti e si ripete più volte durante la notte. Per valutare la qualità del sonno, è necessario tenere in considerazione quanto dormiamo, quando dormiamo e come dormiamo.

Oggigiorno le nostre ore di Veglia si protraggono ben oltre il calare del sole.

Grazie alla luce artificiale e la sveglia nella maggior parte dei casi il risveglio non avviene spontaneamente o comunque viene fissato indipendentemente dall’orario dell’alba.

È possibile ridurre le ore di sonno normalmente necessarie del 10-20 5% a lungo termine è fino al 50% a breve termine, accorciando il riposo notturno e aggiungendo alcuni brevi sonnellini nel corso della giornata, i cosiddetti nap.

Leonardo da Vinci, ad esempio alternava 4 ore di Veglia è un periodo di 20 minuti a occhi chiusi il che lo portava, nell’arco della giornata, a 6 microcicli di sonno per un totale di 120 minuti di riposo, lasciando ben 22 ore alla veglia da impiegare per attività produttive.

In questo modo si ricaricano più spesso le batterie e ciò permette di rimanere vigili anche quando siamo in debito di sonno.  Sonnellini frequenti di circa 20 minuti l’uno permettono di guadagnare un paio d’ore di autonomia ed evitare così le otto ore di sonno notturne.

Ovviamente non può essere considerato un’alternativa permanente al sonno normale, ma nei periodi in cui richiediamo alla mente tanta concentrazione per i molti impegni, può essere un validissimo aiuto.

Risveglia la tua capacità di riposare! ANdrea

Andrea Colombo

Public Speaker
Formatore e Coach
Esperto di Marketing Relazionale

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER CONOSCERE LE DATE DEI PROSSIMI EVENTI E RIMANERE AGGIORNATO SULLE MIE ATTIVITA’